La scatola dei ricordi


8 commenti

Noi giochiamo!

Mi ero promessa di trascorrere un pò più di tempo a giocare con la Tata. Vi dirò: ci divertiamo un sacco! Io mi diverto un sacco! Ci mettiamo sedute sul tappeto che abbiamo comprato, di quelli interattivi e morbidosi (ci ho sistemato sotto un piumone piegato su se stesso per attutire eventuali cadute) e giochiamo con Minnie, con Rino-ceronte, con Spin-Giraffa, la palla. Cantiamo e giochiamo al “cucù- già!”! Adesso la Tata è nella fase in cui completa la parte finale delle frasi, del tipo:

“uno-dueeee…”  – “tleeee!”

 “cina cina coccodè, questa è per me, questa è per te, questa è per chi nonnnn…”  –  “teeeeeee!”.

 Si, ci si diverte parecchio da queste parti!

Stamattina però, la signorina s’è svegliata presto, così ci siamo preparate per uscire ma improvvisamente è crollata in un sonno profondo. Così ho approfittato per sistemare un pò di cose in casa e mi sono mestamente resa conto che:

– la cesta della roba da stirare ha assunto dimensioni spaventose! non saprei nemmeno da dove cominciare…

– la cesta della roba appena tolta dallo stendino attende rassegnata che qualcuno passi a dividere l’intimo, gli asciugami dalla roba da stirare: sono due giorni che praticamente ci metto il naso dentro alla ricerca di un paio di slip!

– ho comprato dei trucchi nuovi e non ho avuto nemmeno il tempo di tirarli fuori dalla busta! temevo di averli pagati e lasciati nel negozio…

– non sono ancora riuscita a selezionare tutte le migliaia di foto della Tata da stampare, dalla nascita ad ora: ci sono due album bellissimi che aspettano solo di essere riempiti, ma ho bisogno di tempo perchè voglio metterci le prime ecografie, i braccialetti che hanno in ospedale, voglio commentare le foto, i progressi, le nostre emozioni;

– è più di un mese che tento di vedere un film in bluray che mi ha regalato Puffoforzuto: ce lo diciamo tutte le sere: “che dici? lo vediamo stasera? appena crolla la Tata?” e poi crollo con lei… eppure è un film che ho aspettato con ansia e con non sono riuscita a vedere al cinema! magari stasera è la volta buona, a meno che non decida di sfoltire la cesta della roba da stirare.

Sapete che c’è? Prima o poi il tempo per stirare lo troverò ma io sono proprio contenta di dedicare il mio tempo al gioco con la Tata: fa bene a lei e fa bene anche a me! Non fanno che dirmi: “goditi questi momenti!”. Bene. Io me li sto godendo alla grande! Voi però non fatemelo notare se ogni tanto giro con qualche maglietta non stirata: tanto adesso vanno pure di moda!


2 commenti

Andata anche questa!

Anche questo controllo del Papy è andato bene! Tiriamo tutti un sospiro di sollievo. Possiamo concederci un altro mese di serenità, un mese in cui potremo vivere una Pasqua serena.

Come avrete notato il Papy torna in quel di Modena una volta al mese, per il controllo dei valori della “proteina” e per una visita generale. Fà questi controlli con cadenza mensile perchè è trascorso solo un anno dal trapianto di cellule staminali. Col tempo tra un controllo e l’altro riusciremo a far passare un pò più di tempo ma per il momento è più prudente procedere così. Mi spiace solo che, tra andata e ritorno, poveri Mamy e Papy trascorrono praticamente tutta la notte ed tutto il pomeriggio in treno ma vi posso garantire che domani saranno già riposati e carichi per fare da baby sitter alla Tata!


5 commenti

Realtà che si rivivono in sogno.

Era da tempo che non la sognavo seppur, prima di addormentarmi, le chiedessi di venire a trovarmi in un sogno ma stanotte, finalmente, Anna Lisa è venuta! Non saprei ricomporre perfettamente le dinamiche, non ricordo nemmeno bene dove ci trovassimo ma sò descrivere perfettamente la profondità del nostro abbraccio, prima che lei andasse via. Mi ha fatto tornare in mente l’abbraccio che ci siamo date la sera dopo il suo matrimonio, quando sono andata a salutarla in ospedale: le infermiere mi avevano avvertita che probabilmente quello sarebbe stato l’ultimo abbraccio che le avrei dato. Non avrei voluto andar più via da lì! Ho cercato di mostrarmi serena, disinvolta ma conosciamo tutti l’intelligenza e la sensibilità di Anna Lisa: ha indossato uno dei suoi meravigliosi sorrisi ed ha saputo trasformare quell’angosciante “addio” in un “ci sentiamo allora! e tienimi sempre aggiornata sulla mia nipotina eh!”.

Stanotte ci siamo riviste: abbiamo chiacchierato, abbiamo ricordato la Pasqua che abbiamo trascorso insieme l’anno scorso qui da me, ha preso in braccio la Tata, la sua “figlioccia” e ci ha potuto giocare. Poi però qualcuno le ha detto che era il momento di tornare e lei, molto serenamente, ha sorriso e ci siamo abbracciate. Un abbraccio interminabile, stretto stretto. Vero. Prima di andare via ci siamo fatte scattare una foto: lei, io e la Tata ma la foto non è venuta granchè bene. Troppo buia. Sì, perchè alle nostre spalle c’era troppa luce. Quella luce verso la quale si è diretta e nella quale l’ho vista sparire.


4 commenti

Shhhh…

… l’abbiamo rifatto! Stamattina abbiamo strisciato ancora la carta di credito: shopping per la Tata- secondo tempo. Stavolta però in compagnia di Antonella g, per cui la colpa è per metà sua, che fomentava il mio desiderio di fare shopping!! Siamo uscite dal negozio con una mini gonna in jeans con dei ricami applicati bianchi (io ne ho una uguale!!), un giacchino bianco in cotone e i suoi primi collant in nylon! Come resistere??

Prima però abbiamo fatto colazione in un bar (che inseriremo nella nostra black list!) vicino al mare, con un sole dolcemente caldo e la Tata che sonnecchiava nel passeggino e faceva il carico di iodio.

 Domani prometto che lascio a casa la carta di credito…


Lascia un commento

Voglio vivere cosììììì!!

Voglio vivere cosììì, col sole in fronte, e felice cantooo, beatamenteeee!

Stamattina mi sono svegliata con questa canzone nella testa: sarà stato che siamo state svegliate, io e la Tata, dal sole che ha attraversato la persiana. Per una metereopatica come me, il sole è fondamentale per il mio buonumore: così ho spalancato le persiane ed abbiamo fatto entrare in casa la prima aria di primavera! Non lo sentite anche voi questo profumo? E’ un’aria nuova, che riempie i polmoni e ti fa sentire più leggera e mi ricarica, e mi fa venire voglia di uscire, di non sprecare più nemmeno una mattinata a star chiusa in casa.

Detto fatto! Poco dopo siamo uscite, io e la Tata, da sole, senza più il peso di piumini e sciarpe. Abbiamo fatto una passeggiata, lei nel suo passeggino, col suo nuovo cappellino di cotone bianco (sembrava un fiorellino!) ed io con i miei capelli raccolti e i miei occhiali da sole. E mi sono sentita in pace col mondo! Solo ieri sera ero incazzatissima perchè c’è sempre qualcuno che cerca di intromettersi nel nostro equilibrio familiare, ma poi ho capito che basta restare uniti (alla Gianni Morandi!) e provare ad essere un tantino più diplomatici (Puffoforzuto me lo dice sempre che un pò di diplomazia in più basterebbe per evitarmi scontri inutili!) e quel qualcuno se ne torna da dov’era venuto. Abbiamo fatto un giro in centro (basta girare l’angolo di casa) ed è stato inevitabile fare del sano shopping: cappellini nuovi per la Tata, giacchettini in cotone da sostituire a quelli in lana e tanti vestitini colorati!Appena tornate a casa, sarà stata l’aria primaverile o i tanti “input-input”, la Tata s’è magnata un bel piatto di pappa ed è crollata subito dopo.

Domani facciamo il bis, con Antonella g. e spero riesca lei a controllare il mio desiderio incontrollabile di fare shopping o Puffoforzuto mi sequestrerà la carta di credito!

Stasera, maritino e principessa a seguito, usciamo a manigarci un gelato (mi tocca offrire visto che ieri era il mio onomastico ma ero troppo incazzata per festeggiare!) e se quando torniamo a casa la ricarica non s’è ancora esaurita mi metto a stirare. Ma questo non lo prometto…..


8 commenti

Buon compleanno Anna Lisa!

E’ stato solo un anno fà. Un pacco pieno di regali partiva dalla Puglia, destinazione Montecatini, con lo scopo di sorprendere una donnina che era la regina delle sorprese, delle belle sorprese.

Ed io me la ricordo perfettamente la tua voce squillante, piena di gioia e i tuoi mille “grazie” alternati ai tuoi “vi voglio bene”. Era il 16 marzo, il giorno del tuo compleanno.

Quest’anno, per quanto mi sforzi di non farti arrabbiare e continuare a pensare a te col sorriso, la malinconia ha preso il sopravvento: che darei per poterti sorprendere ancora… Posso solo ancorarmi alla fede e pensare che tu mi stai ascoltando, che sei in un posto meraviglioso, con tramonti mozzafiato e tanti fiori, e un venticello leggero leggero. Io ti immagino così: sdraiata su un prato, all’ombra di una quercia, con le braccia sotto la nuca a guardare il cielo e a respirare una nuova vita.

Buon compleanno

 


6 commenti

Annunciazione! Annunciazione!

Ieri mattina la Sory mi ha regalato il secondo nipotino: un amore di bimbo, un fagottino tutto da coccolare, amare e perchè no, viziare!

Non vi dico la faccia della Tata quando l’ha visto! Voleva toccarlo, voleva dargli il suo ciuccio, gli sorrideva: chissà cos’avrà pensato!!

E noi siamo felici e consapevoli che quando un bimbo viene al mondo si è appena compiuto un miracolo.